Versione stampabile

Caterina FALBO, Licia REGGIANI

Interpretazione dialogica: aspetti teorici, didattici e professionali

23 novembre 2012
Università di Trieste
Università di Bologna

Organizzato da: Caterina Falbo, Licia Reggiani

Organizzato dalla Prof.ssa Caterina Falbo dell’Università di Trieste e dalla Prof.ssa Licia Reggiani dell’Università di Bologna, l’incontro ha inteso mettere in evidenza la centralità dell’interpretazione dialogica in vari ambiti, a partire da quello giuridico, al quale è stata dedicata la mattinata.

Dopo i saluti delle autorità, la prima sessione è stata dedicata a una riflessione sull’interpretazione dialogica nel settore giudiziario. La sessione, suddivisa in due momenti sotto la presidenza della Prof.ssa Nadine Celotti dell’Università di Trieste, prima e in seguito della Prof.ssa Chiara Elefante dell’Università di Bologna, è stata aperta dal Dott. Raffaele Morvay, Presidente del Tribunale di Trieste, che ha fatto alcune importanti osservazioni sulle priorità dell’interpretazione all’interno del Palazzo di Giustizia. È seguito l’intervento del Dott. Luca Carocci, Dirigente Digos presso la Questura di Trieste, che ha, a sua volta, presentato una mappatura delle necessità di interpretazione nelle varie attività svolte dal personale della Questura. Gli interventi dei Proff. Mitja Gialuz, Giuseppe Palumbo, José F. Medina Montero, Maurizio Viezzi, Caterina Falbo e Elio Ballardini si sono concentrati rispettivamente su vari aspetti dell’interpretazione in ambito giuridico-giudiziario e precisamente sulle implicazioni derivanti dalla Direttiva europea sull’assistenza linguistica, il sistema di accreditamento di traduttori e interpreti, le differenze terminologiche, concettuali e professionali tra mediatori e interpreti in Spagna, le ricadute del Final Report redatto dal Gruppo di lavoro su Traduzione e Interpretazione per i servizi pubblici, gli studi esistenti in Italia e all’estero sull’interpretazione in ambito giuridico-giudiziario e infine il posizionamento dell’interprete all’interno del procedimento penale italiano.

La prima parte del pomeriggio è stata consacrata alla didattica dell’interpretazione dialogica. La sessione si è aperta con la riflessione sul tema di Maria Cristina Palazzi dell’Università di Trieste e di Natacha S. A. Niemants dell'Università di Modena e Reggio Emilia che ha presentato uno studio sulla voce dell’interprete nel colloquio medico reale e simulato. Nella seconda parte del pomeriggio, Licia Reggiani dell’Universtà di Bologna ha parlato della figura dell’interprete nel film Un prophète di J. Audiard e Marie Line Zucchiatti dell’Università di Bologna dell’interprete sulla scena. Le conclusioni della ricca e stimolante giornata sono state tratte dalla Prof.ssa Enrica Galazzi.

Per citare questo articolo:

Caterina FALBO, Licia REGGIANI, Interpretazione dialogica: aspetti teorici, didattici e professionali , Repères DoRiF n.3 - Projets de recherche sur le multi/plurilinguisme et alentours... - septembre 2013, DoRiF Università, Roma septembre 2013, http://www.dorif.it/ezine/ezine_articles.php?id=111

Ritorna alla Barra di Navigazione